Diario

Testimonianze

Da oltre otto anni chiuso per inagibilità, il Santuario apre finalmente al restauro.

Presso la sua porta, per ogni giorno di questi lunghi anni, silenti devoti hanno incessantemente manifestato con un fiore, un lumino o una preghiera, il proprio sentimento di volere affidarsi con fiducia alle mani della Santa Vergine.

Un culto e un affetto che travalicano i confini del guastallese per investire un territorio ben più ampio fra le terre di Emilia e Lombardia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *